Lunedì, 14 Marzo 2022 14:47

Muore William Hurt, la famiglia chiede riserbo.

Scritto da A.C.

Addio a William Hurt, il grande attore vincitore dell'Oscar nel 1986 per il film "Il bacio della donna ragno" e Figli di un Dio minore.

Hurt è deceduto a 71 anni, ieri, per cause naturali. L’attore, che ne avrebbe compiuto 72 tra una settimana, aveva un tumore alla prostata molto aggressivo. La famiglia però ha parlato di morte per cause naturali e ha chiesto riserbo. Uno dei figli di Hurt, William,in una dichiarazione ufficiale: "Con grande tristezza che la famiglia Hurt piange la scomparsa di William Hurt, amato padre e attore premio Oscar, avvenuta il 13 marzo 2022, una settimana prima del suo 72/o compleanno. E' morto serenamente in famiglia, per cause naturali. La famiglia richiede la privacy in questo momento".

Il male che aveva, diagnosticato nel 2018, era molto doloroso, l'attore ha lavorato fino alla fine.

Hurt, nato a Washington il 20 marzo 1950, interprete versatile e camaleontico, capace di passare con disinvoltura fra i generi, ha alternato teatro (dove ha debuttato), cinema e tv. Dopo l'Oscar vinto alla prima candidatura nel 1986, per "Il bacio della donna ragno" di Hectort Babenco, era di nuovo stato candidato alla statuetta nel 1987 per Figli di un dio minore Randa Haines, nel 1988 per Dentro la notizia di James L. Brooks e nel 2006 per A History of violence di David Cronenberg.

L'attore era stato anche candidato ai Tony Award nel 1985 per Hurlyburly e due volte agli Emmy Nel 2009 per la serie Damages e nel 2011 per il film tv Too Big to Fail - Il crollo dei giganti. Fra le tante performance memorabili in carriera, anche quelle in Brivido Caldo a fianco di Kathleen Turner, nel thriller Gorky park e nel cult corale Il Grande freddo. Fra i ruoli più recenti quello del Segretario Thaddeus Ross in Black Widow.

Grandioso anche nella serie tv Humans, dove si affeziona ad un robot, degli ultimi anni. Tutti lo ricordano in Broadcast news, con la sua delicatezza, in Dark city, psicadelico fantasy e storia di violenza.